La traduzione dall'inglese di un articolo su Mary Shelley e le celebrazioni di Google

Ecco la traduzione di un articolo dell’ IT Portal che parla di come Google abbia celebrato il compleanno della scrittrice di Frankenstein, Mary shelley, con un logo molto particolare.

Google Pays Homage To Mary Shelley With Spooky Doodle

Search engine
giant Google has celebrated the birthday of popular British author Mary Shelley in its own special way, by dedicating a Doodle to Frankenstein’s creator.

Google Doodle has creatively designed Google logos which are displayed to represent notable occasions from time to time, including quite a few for Sci-Fi authors like HG Wells.

However, Mary Shelley’s doodle has been dubbed as the creepiest Google Doodle ever, with the traditional multicoloured Google
logo replaced by an image of a worn-down room containing a series of scary looking paintings and a shadow of a ghostly figure.

Once the users placed their cursors on the image, a banner announcing Mary Shelley’s 213th birthday appears.

Shelley – who died at the age of 53 after long suffering from a brain tumour – is considered to be one of the earliest pioneers of Gothic, Romantic and Sci-Fi fiction style of writing.

Born in 1797, she is the author of the 1818 novel “Frankenstein”, which depicts the story of a scientist who creates a mechanical monster in the image of man.

Google fa un omaggio a Mary Shelley con un inquietante logo

Il motore di ricerca gigante Google ha celebrato il compleanno della celebre autrice britannica Mary Shelley a suo modo, dedicando un logo, alla creatrice di Frankenstein.

I loghi di Google sono disegnati creativamente ed esposti in importanti occasioni di volta in volta, includendo in parecchi casi autori di fantascienza come HG Wells.

Comunque, il logo di Mary Shelley è stato nominato come il più inquietante di sempre, con il tradizionale logo multicolore di Google rimpiazzato da una imamgine di una stanza decadente che contiene una serie di quadri spaventosi e l’ombra della figura di un fantasma.

Quando gli utenti passano il cursore sulla immagine appare una scritta che annuncia il 213imo compleanno di Mary Shelley.

Shelley – che morì a 53 anni dopo avere sofferto a lungo per un tumore al cervello – è considerata una delle prime pioniere dello stile di scrittura fantascientifico, romantico e gotico.

Nata nel 1797, è l’autore della novella del 1818 Frankenstein, che narra la storia di uno scienziato che crea un mostro meccanico ad immagine dell’uomo.

La traduzione di un articolo sul riscaldamento globale

Traduciamo un articolo dell’Indipendent che descrive l’ultimo decennio come il più caldo di sempre.

Met Office reveals last decade was the hottest ever recorded

.
Data show that Earth is not cooling as some sceptics had claimed, but is hotter now than at any point since 1860

.
The first decade of this century has been by far the warmest on record, the World Meteorological Organisation (WMO) and the UK Met Office announced yesterday – and this year is likely to have been the fifth hottest.

.
At the UN Climate Conference in Copenhagen, officials from both organisations said the new figures showed that the world was not in a cooling phase, as some sceptics have asserted, but that the warming trend seen for the past 40 years was continuing.

.
.
The 10 years up to the end of 2009 have been the hottest in the 160-year instrumental record of global temperatures, and significantly warmer than the 1990s, the 1980s or any other decade since global surface temperature measurements began in 1860, the WMO and the Met Office said in separate announcements at the meeting, where the world community is trying to construct a new global warming treaty.

.
Taken as a whole, the first decade of the 21st century has been 0.4 degrees hotter than the current baseline for measuring global temperatures – the average for the years 1961-1990, which was 14C. By comparison, the 1990s were 0.23 degrees hotter and the 1980s were 0.08 degrees hotter, while all the previous decades stretching back to 1850 showed averages that were lower.

“This is an indication that the world has not been cooling since 1998,” said Dr Vicky Pope of the Met Office’s Hadley Centre for Climate Prediction and Research, referring to claims by climate change sceptics that since 1998, the hottest year of all, the trend has changed from warming to cooling.

.
“We are in a warming trend, we have no doubt about that,” said Michel Jarraud, secretary general of the Geneva-based WMO. Both organisations also revealed that, although the final data is not yet in, 2009 is likely to turn out to be the fifth warmest individual year since records began, up from the comparatively cooler 2008 – which, influenced by the La Niña cold-water weather phenomenon in the Pacific, was 11th in the record.

.
.
The La Niña has now been replaced by its opposite, an El Niño, where a periodic warming of the waters of the eastern tropical Pacific off the coast of South America affects temperatures and weather patterns across the world. The current El Niño is partly responsible for the warmer 2009, and some meteorological scientists are already canvassing the possibility that it may make 2010 a new record-breaker.

Although 2009 is likely to be fifth, the WMO announced yesterday that in some regions of the world it had been much hotter.

“In large parts of southern Asia and of central Africa, it is likely to be the warmest ever on record,” said Mr Jarraud.

.
With an irony of global proportions – at least in terms of arguments over climate change – the only region where below-average temperatures were recorded this year was North America and Canada, where scepticism about climate change is most entrenched.

.
Yesterday, a draft version of a possible Copenhagen agreement emerged. Known as the “Danish text”, the draft was drawn up by a group of rich industrialised countries including Britain, the US and the host country, Denmark.

L’ufficio Meteo rivela che l’ultima decade è stata la più clada mai registrata

I dati mostrano che la Terra non si sta raffreddando come alcuni scettici hanno dichiarato, ma che è ora alle massime temperature dal 1860.

La prima decade di questo secolo è stata di gran lunga la più calda registrata, hanno ieri annunciato l’Organizzazione Meteorologica Mondiale e l’ufficio Meteo della Gran Bretagna – e quest’anno è stato probabilmente il quinto più caldo.

Alla conferenza sul clima delle Nazioni Unite a Copenhagen, entrambe le organizzazioni hanno detto che le nuove cifre mostrano che il mondo non si trova in una fase di raffreddamento, come alcuni scettici hanno asserito, ma che la tendenza al riscaldamento degli ultimi 40 anni sta proseguendo.

I 10 anni che terminano col il 2009 sono stati i più caldi nei 160 anni di storia della misurazione delle temperature globali, e significativamente più caldi degli anni ’90, degli anni ’80, o di qualsiasi altra decade da quando sono iniziate le misurazioni della temperatura globale nel 1860.L’Organizzazione Meteorologica Mondiale e l’ufficio Meteo lo hanno detto in due annunci separati al congresso, dove la counità mondiale sta cercando di creare un nuovo trattato per il riscaldamento globale.

Considerata nel suo intero, la prima decade del 21emo secolo è stata di 0.4 gradi più calda rispetto alla temperatura di base considerata di 14 gradi, cioè la media degli anni dal 1961 al 1990. Al confronto gli anni ’90 sono stati più caldi di 0.23 gradi e gli ’80 di 0.08, mentre tutte le decadi precedenti fino al 1850 mostrano temperature medie inferiori.

“Questa è una indicazione che il mondo non si è raffreddato dal 1998” ha detto il Dottor Vicky Pope dell’Ufficio Meteo Hadley per la ricerca e le previsioni climatiche, riferendosi alle dichiarazioni degli scettici sui cambiamenti climatici che indicavano che dal 1998, l’anno più caldo di tutti, la tendenza sarebbe verso un raffreddamento.

“Siamo un una fase di riscaldamento, non c’è dubbio al riguardo” ha detto Michel Jarraud, segretario generale del WMO di Ginevra. Entrambe le organizzazioni hanno anche rivelato che, anche se i dati non sono ancora definitivi, il 2009 sarà probabilmente il quinto anno più caldo da quando sono cominciate le registrazioni, in crescita rispetto al più freddo 2008 che grazie al fenomeno meteorologico de La Nina che aveva raffreddato le acque, si classifica invece undicesimo.

La Nina è stato ora rimpiazzato dal suo opposto, El Nino, che genera un riscaldamento periodico delle acque tropicali del Pacifico orientale sulle coste del Sud America influenzando le temperature ed i comportamenti climatici di tutto il mondo. La corrente El Nino è parzialmente responsabile per il più caldo 2009, ed alcuni scienziati meteo stanno già dipingendo uno scenario in cui essa potrebbe portare il 2010 a battere il record.

Anche se il 2009 sarà probabilmente il quinto, il WMO ha annunciato che in alcune regioni del mondo è stato molto più caldo.

“In larghe parti dell’Asia meridionale e dell’Africa Centrale, è stato probabilmente il più caldo mai registrato” ha detto il signor Jarroud.

Con una ironia di proporzioni globali – almeno in termini di argomentazioni contro l’idea del cambiamento climatico – l’unica regione dove sono state registrate temperature sotto la media quest’anno è stata quella del Canada e del Nord America, dove lo scetticismo sul cambio climatico è più forte.

Ieri, è emersa una bozza di un possibile accordo di Copenhagen. Conosciuta come il ‘Testo danese’, la bozza è stata messa insieme da un grppo di ricche nazioni industrializzate che includono la Gran Bretagna, gli Stati Uniti e la nazione ospitante, la Danimarca.

La traduzione di un articolo sui rapporti della Gran Bretagna con l'Unione Europea

Traduciamo un articolo del Liverpool Echo che parla dei difficili rapporti della Gran Bretagna con l’Unione Europea, vista come un autorità burocratica da molti cittadini inglesi e dal partito conservatore.

Cameron in new EU referendum pledge

.
David Cameron has promised to change the law so that no further powers could be transferred to Brussels without the approval of the British people in a referendum.

The Tory leader acknowledged that his campaign for a referendum on the Lisbon Treaty was over after it was signed by all 27 members of the European Union.

.
But he went on: “We will make sure that this never, ever happens again.”

He added: “Never again should it be possible for a British government to transfer power to the European Union without the say of the British people in a referendum.”

Mr Cameron said that the Tories’ campaign for a UK referendum on the Lisbon Treaty was over after the Czech Republic became the final EU member state to sign the document on Tuesday.

“It’s no longer a treaty, it’s been incorporated into EU law,” he said, adding that the new posts of president and foreign minister were now being created.

“We cannot hold a referendum and magically make those posts or the Lisbon Treaty itself disappear, any more than we could hold a referendum to stop the sun rising in the morning,” he went on.

.
.
He said that people would “resent” the fact that there would not be the referendum that was promised by Tony Blair and Gordon Brown.

A Conservative government would amend the European Communities Act 1972 to prohibit the transfer of power to the EU without a referendum. That would cover any future attempt to take Britain into the European single currency, he said.

.
“We will give the British people a referendum lock to which only they should hold the key, a commitment very similar to that which exists in Ireland,” Mr Cameron added. “This is a major constitutional development, but I believe it’s now the only way to reassure the British people that powers cannot be given away without their explicit approval in a referendum.”

Cameron promette un nuovo referendum riguardo l’Unione Europea

David Cameron ha promesso di cambiare la legge in modo che non sia possibile trasferire ulteriori poteri a Bruxelles senza l’approvazione del popolo britannico tramite referendum.

Il leader conservatore ha riconosciuto che la sua campagna per un referendum sul Trattato di Lisbona fosse finita dopo che qyesto è stato firmato da tutti i 27 membri dell’Unione Europea.

Ma ha continuato: “Faremo in modo che questo non accada mai più”

Ha aggiunto: “Non dovrà mai più essere possibile per un governo britannico di trasferire potere all’Unione Europea senza avere ascoltato il popolo inglese tramite referendum prima”

Il signor Cameron ha detto che la campagna dei conservatori per un referendum nel Regno Unito sul Trattato di Lisbona era finita dopo che l’ultimo membro, la Repubblica Ceca, ha firmato il documento martedì.

“Non è più un trattato, è stato incorporato nelle leggi europee” ha detto, aggiungendo che nuove cariche di presidente e ministro degli esteri sono state create.

“Non possiamo organizzare un referendum e fare magicamente sparire il Trattao di Lisbona o queste nuove cariche, nella stessa maniera in cui non possiamo organizzare un referendum per impedire al sole di levarsi al mattino” ha continuato.

Ha detto che la gente si sarebbe risentita per il fatto che non ci sarà il referendum che era stato promesso da Tony Blair e Gordon Brown.

Un governo conservatore modificherebbe l’Atto 1972 riguardanti le Comunità Europee per proibire il trasferimento di potere all’Unione Europea senza un referendum. Questo coprirebbe qualsiasi futuro tentativo di portare la moneta europea in Gran Bretagna, ha detto.

“Noi daremo al popolo Britannico una serratura referendaria, di cui solo esso avrà la chiave, un impegno molto simile a quello che è in vigore in Irlanda” ha aggiunto Cameron. “Questo è un grande sviluppo costituzionale, ma penso che sia ora l’unico modo per riassicurare il popolo Britannico che i poteri non possono essere ceduti senza l’approvazione esplicita in un referendum”

La traduzione di un articolo sulla vittoria di Button in Formula 1

Traduciamo un articolo del Guardian che descrive l’incredibile stagione del pilota di formula 1.

Ross Brawn believes Jenson Button’s Formula One win will improve him

Ross Brawn believes Jenson Button will emerge a far stronger man for his Formula One world title triumph.

Button has admitted that fighting for the championship these past few months has been stressful, especially as there were many who questioned whether he had the bottle to seize his moment of glory.

.
After winning six of the first seven races of the season, pressure mounted on Button when victories dried up but his thrilling fifth-place finish in a dramatic Brazilian grand prix earned him the four points he needed for the title.

.
“There is this persona people see,” said Brawn. “On Saturday [after qualifying 14th] he was destroyed. He knew that together with the team he had done a bad job, and it was a golden opportunity.

.
“But he went back and thought: ‘How am I going to turn this around? How am I going to put myself in a position to win the world title?’

.
“He came in yesterday really determined and I was impressed. Here’s a guy who has never fought for a world championship before, he had a big lead and everyone was chipping away at it.

“In the end he has dealt with it. He has come through and he is world champion and I think in that circumstance he is going to be so much stronger.”

Brawn admits he recognised Button had talent in 2004 when he was the best of the rest behind the Ferrari duo of Michael Schumacher and Rubens Barrichello at a time when he was the Italian team’s technical director. However, it was not until working with him over the past two years that he witnessed his talent at first hand.

“He gave us a hard time at Ferrari,” added Brawn. “We had a sensational season, but he was always there nipping at our ankles. He impressed us then. He made a big impression.

“But until you work with people it is difficult, although last year it was very difficult for me to work with Jenson because of the poor equipment we had.

“Lots of guys in the team who I respect, though, said: ‘Stick with it because he is exceptional.’

Ross Brawn pensa che la vittoria di Jenson Button in Formula uno, lo farà migliorare.

Ross Brawn crede che Jenson Button diventerà un uomo molto più forte dopo il suo trionfale titolo in Formula 1.

Button ha ammesso che combattere per la vittoria in questi ultimi mesi è stato stressante, specialmente perchè c’erano molti che mettevano in dubbio che avesse la capacità di raggiungere il suo momento di gloria.

Dopo avere vinto 6 delle prime 7 gare della stagione, la pressione su Button è aumentata quando le vittorie sono diminuite ma il suo emozionante quinto posto finale nel drammatico gran premio del Brasile gli ha fatto guadagnare i 4 punti necessari per vincere il titolo.

“C’è questo personaggio che la gente vede” ha detto Brawn. “Sabato (dopo essersi qualificato 14esimo) era distrutto. Sapeva, che con assieme alla sua squadra aveva fatto un brutto lavoro, e la sua era una opportunità d’oro.

“Ma è tornato indietro ed ha pensato: ‘Come posso invertire tutto ciò? Come posso mettermi nella posizione di vincere il titolo?’

Ieri è arrivato molto determinato ed io sono rimasto impressionato. Ecco un tipo che non ha mai lottato per un titolo mondiale prima, che aveva un grande vantaggio che tutti piano piano gli hanno rosicchiato.

“Alla fine è riuscito ad arrangiarsi. Ce l’ha fatta ed è il campione del mondo e penso che per questo sarà molto più forte”

Brawn ammette di avere riconosiuto il talento di Button nel 2004 quando era direttore tecnico della Ferrari e Button era stato il migliore tra gli avversari del duo Schumacher-Barrichello. Tuttavia non ha potuto conoscere il suo talento direttamente fino ad un paio d’anni fa, quando ha cominciato a lavorare con lui.

“Ci ha dato problemi alla Ferrari”, ha aggiunto Brawn. “Noi avemmo una stagione sensazionale, ma lui ci stava sempre alle costole. Ci ha impressionato, ci ha fatto una grande impressione”

“Ma finchè non lavori con le persone è difficile, anche se l’anno scorso è stato molto difficile lavorare con Button a causa della scarsa qualità dell’equipaggiamento.

“Molte persone che rispetto nella squadra mi hanno detto: ‘Tienilo perchè è eccezionale.