Lezione di grammatica inglese: i pronomi riflessivi

I pronomi riflessivi in inglese, come in italiano, si riferiscono a quei casi in cui il soggetto agisce in maniera riflessiva, cioè la sua azione si riflette su se stessa.
In inglese sono:
oneself (se stesso)
myself (me stesso)
yourself (te stesso)
himself (lui stesso)
itself (lui stesso, riferito a oggetto)
ourselves (noi stessi)
yourselves (voi stessi)
themselves (essi stessi)

Mentre in italiano sono generalmente molto usati, in inglese sono molto meno frequenti, moltissime forme rifflessive in italiano non lo sono in inglese, per esempio to move (muoversi), to worry (preoccuparsi).
Come regola vanno sempre dopo il verbo, per esempio:
he’s doing it himself (lo sta facendo lui stesso)
In alcuni casi, se inteso come rafforzativo, possono venire prima del verbo, per esempio:
he himself took control of the situation (ha preso il controllo proprio lui stesso della situazione)

Lezione di grammatica inglese: gli aggettivi possessivi ed i pronomi possessivi

Gli aggettivi possessivi in inglese sono:

MY mio, mia, miei, mie
YOUR tuo, tua, tuoi, tue
HIS suo, sua, suoi, sue (di lui)
HER suo, sua, suoi, sue (di lei)
ITS suo, sua, suoi, sue (di oggetto, o di animale)
OUR nostro, nostra, nostri, nostre
YOUR vostro, vostra, vostri, vostre
THEIR loro

Come regola base cambiano solo a seconda del possessore e non di ciò che viene posseduto.
Per esempio in italiano diciamo la mia casa ed il mio cane, in inglese diciamo my house e my dog.
Come si capisce dagli esempi gli aggettivi possessivi in inglese non vogliono mai l’articolo e si mettono sempre davanti al sostantivo cui fanno riferimento.
In inglese l’utilizzo degli aggettivi possessivi è molto più frequente che in italiano; mentre in italiano è spesso sottinteso, in inglese è sempre esplicito, e ripetuto più volte nella stessa frase. Per esempio: i put my pen in my pocket (mi metto la penna in tasca).

I pronomi possessivi in inglese sono:

MINE il mio
YOURS il tuo
HIS il suo (di lui)
HERS il suo (di lei)
ours il nostro
yours il vostro
theirs il loro

Possono essere utilizzati sia come soggetti della frase, sia nella forma OF + pronome.
Per esempio: have you seen his cat? MINE is nicer
Esempio della forma OF + pronome: a friend of YOURS (un tuo amico)

I sostantivi numerabili e non numerabili in inglese

I sostantivi in inglese possono essere numerabili (countable nouns) oppure non numerabili (uncountable nouns).
Come suggersice la parola i numerabili possono essere contati e divisi in elementi singoli, per esempio a book (un libro), the italian (l’italiano).
I non numerabili invece non possono essere divisi in elementi separati, per esempio non possiamo contare il latte (milk), le notizie (news), l’acqua (water), il denaro (money).
E’ da notare che i nomi che si rifericono a cibi sono spesso non numerabili.

Come regola i sostantivi non numerabili non possono avere la forma plurale e vengono trattati come singolari anche  nei verbi, per esempio:
This news is very important (questa notizia è molto importante)
Your luggage is light (i tuoi bagagli sono leggeri)
Con i nomi non numerabili si possono anche usare le forma some e any, per esempio:
have you got any money? (hai dei soldi?)
i’m going to buy some coffee (sto per comprare del caffè)

Imparare date mesi e giorni della settimana in inglese

Imparare date mesi e giorni della settimana in inglese non è mai stato così facile grazie a questa nuova lezione del nostro corso gratis di inglese online.

A differenza dell’italiano in inglese per indicare il giorno del mese si indica il numero ordinale, non quello cardinale. Inoltre spesso si indica il mese prima del giorno.
Così il 10 aprile in inglese può essere april the tenth, ma anche the tenth of april.
Come regola l’anno viene letto a coppie di numeri, per esempio 1972 è nineteen – seventy two (19 + 72), ma in caso  la seconda coppia sia due zeri a questa seconda coppia si sostituisce hundred (1900 si dice nineteen hundred, 1600 si dice sixteen hundred), tranne che nel caso che si tratti di migliaia di anni dove invece sostituiscono gli ultimi tre zeri con thousand(per esempio 2000 si dice two thousand).
Quando si vuole parlare di un anno non si mette mai l’articolo davanti, per esempio: ‘il 1979’ in inglese è semplicemente ‘1979‘.


I mesi dell’anno in inglese:

January Gennaio
February Febbraio
March Marzo
April Aprile
May Maggio
June Giugno
July Luglio
August Agosto
September Settembre
October Ottobre
November Novembre
December Dicembre

I giorni della settimana in inglese:

Monday Lunedì
Tuesday Martedì
Wednesday Mercoledì
Thursday
Giovedì
Friday Venerdì
Saturday Sabato
Sunday Domenica

Lezioni di Inglese – Gli elementi della frase in inglese

Le nostre Lezioni di Inglese Online cominciano con uno sguardo agli elementi della frase in inglese.

Gli elementi della frase sono le parole ed il loro significato logico all’interno della frase stessa.
Per studiare bene l’inglese è fondamentale capire quali sono questi elementi, in modo da poter poi studiare le regole che li riguardano.

SOSTANTIVO (noun):
è l’elemento fondamentale della frase, ed indica qualsiasi tipo di oggetto o soggetto nella frase stessa.
Per esempio: lion (leone), man (uomo), rocket (missile)

AGGETTIVO (adjective)
descrive una qualità di solito legata ad un sostantivo.
Per esempio: useful (utile), dark (scuro), stupid (stupido).

VERBO (verb)
il verbo invece descrive un’azione (fare qualcosa) oppure uno stato (essere qualcosa).
Per esempio: to be (essere), to jump (saltare), to click (cliccare)

AVVERBIO (adverb)
di solito si lega ad un verbo, e lo completa indicando come l’azione avviene, oppure nel caso degli avverbi di tempo quando essa avviene.
Per esempio: gently (gentilmente), patiently (pazientemente), tomorrow (domani)

PRONOME (pronoun)
Si usa al posto del sostantivo quando non si vuole ripetere il sostantivo.
Per esempio: i, you, he, she, it

CONGIUNZIONE (conjunction)
Il ruolo della congiunzione, in inglese come in italiano è di unire due frasi, o più genericamente due parole.
Per esempio: and (e), but (ma), or (oppure).

PREPOSIZIONE(preposition)
Per esempio: at (‘a’ inteso come luogo oppure come ora), with(con)

ARTICOLO (article)
L’articolo si usa prima di un sostantivo.
Per esempio: the(il, la, le, gli, i), an (un, uno, una)

Imparare l'inglese online: i numeri in inglese

I numeri in inglese, come in italiano, possono essere cardinali (uno, due, tre etc) e ordinali (primo, secondo , terzo etc).
Partiamo dai numeri cardinali, ed in particolare dallo zero, che ha parecchi modi per essere espresso: se una partita di calcio finisce zero a zero in inglese si dice nil to nil, se si parla di numeri telefonici si dice ou (per esempio three – ou – four = 3 0 4), si dice zero quando si parla di quantità (per esempio: quanti ne sono rimasti? zero / how many are left? zero), mentre si usa nought per valori matematici.
I numeri ordinali invece sono utili quando si deve esprimere una data: per esempio il 10 giugno si dice, june the tenth.

I numeri cardinali e ordinali da uno 25 in inglese sono:
1 one first
2 two second
3 three third
4 four fourth
5 five fifth
6 six sixth
7 seven seventh
8 eight eighth
9 nine ninth
10 ten tenth
11 eleven eleventh
12 twelve twelfth
13 thirteen thirteenth
14 fourteen fourteenth
15 fifteen fifteenth
16 sixteen sixteenth
17 seventeen Seventeenth
18 eighteen eighteenth
19 nineteen nineteenth
20 twenty twentieth
21 twenty-one twenty-first
22 twenty-two twenty-second
23 twenty-three twenty-third
24 twenty-four twenty-fourth
25 twenty-five twenty-fifth

Lezione di grammatica inglese: imparare gli avverbi di tempo

Gli avverbi di tempo si possono dividere in due gruppi, quelli di durata che indicano un’azione che si svolge in periodo di tempo determinato, e quelli di frequenza che invece indicano la ripetizione di una azione nel tempo.
Gli avverbi di frequenza possono indicare quanto spesso una azione viene ripetuta nel tempo, per esempio Always (sempre) , Often (spesso) , Usually (di solito) , Rarely (raramente) , Sometimes (a volte) , Never (mai ).
Possono avere una posizione diversa all’interno della frase, a seconda dei casi ma generalmente si pongono prima del verbo, se non si tratta del verbo essere, o dopo il verbo ausiliario: per esempio, i always go to the pub (vado sempre a l pub); i ‘m often late (sono spesso in ritardo).

Quando gli avverbi di durata indicano una azione cominciata nel passato che non è ancora finita si usa Since: per esempio, i haven’t met him since last week (non lo incontro dalla settimana scorsa).
Quando si vuole indicare una azione che finirà in un certo momento nel futuro si usa Until, per esempio i’ll be here until 8 ‘o clock (sarò qui fino alle 8).
Quando l’azione parte da un momento futuro, per svilupparsi successivamente si usa From, per esempio Starting from tomorrow i’ll be checking twice (partendo da domani controllerò due volte).

Lezioni di grammatica inglese: aggettivi comparativi e superlativi

I comparativi ed i superlativi sono forme speciali di aggettivi e sono usati per fare un confronto tra due o più cose.
Come regola generale il comparativo prende il suffisso -ER, per esempio: this is a lowER table (questo è un tavolo più basso).
Gli aggettivi di una sola sillaba che finiscono con una vocale ed una consonante raddoppiano la consonante, per esempio: today is hotTER than yesterday (oggi fa più caldo di ieri).
Gli aggettivi che finiscono con ‘e’ aggiungono solamente una -R, per esempio: your car is largeR (la tua macchina è più larga).
Gli aggettivi che finiscono con ‘y’ invece sostituiscono la stessa ‘y’ con ‘i’, per esempio: the book is tinier (il libro è più minuto).

Come regola generale i superlativi inceve prendono il suffisso -EST, per esempio: this is the finest beer (questa è la più buona delle birre).
Gli aggettivi di una sola sillaba che finiscono con una vocale ed una consonante raddoppiano la consonante, per esempio: today is the hotTEST day ever (oggi è il giorno più caldo di sempre).
Gli aggettivi che finiscono con ‘e’ aggiungono solamente una -ST, per esempio: your car is the largeST (la tua macchina è la più larga).
Gli aggettivi che finiscono con ‘y’ invece sostituiscono la stessa ‘y’ con ‘i’, per esempio: that boy is the happIEST (quel ragazzo è il più contento)
Gli aggettivi con più sillabe che non finiscono in ‘Y’ prendono la forma MOST + aggettivo, per esempio: the MOST beautiful girl in the world (la ragazza più bella del mondo).

Lezione di grammatica inglese: Il futuro semplice

Il futuro semplice può avere due forme diverse in Inglese: WILL e BE GOING TO. Le due forme sono a volte intercambiabili, ma la maggior parte delle volte hanno due significati molto diversi.
Per poter afferrare bene la differenza ci vuole un pò di pratica, necessaria per affinare la sensibilità verso queste due forme di futuro.

WILL esprime una azione volontaria, un qualcosa che avverrà per volontà del soggetto:
per esempio: i WILL write to you tomorrow (ti scriverò domani)

BE GOING TO esprime una intenzione, non una precisa volontà, ma un qualcosa di più vago:
per esempio: i’M GOING TO write to you tomorrow (ho intenzione di scriverti domani)

Entrambe le forme possono essere usate nel caso di un qualche tipo di previsione per il futuro:
per esempio: tomorrow IS GOING TO rain (domani pioverà) ha più o meno la stessa sfumatura di tomorrow it WILL rain.

La forma negativa di WILL è WON’T (contrazione di WILL NOT), per esempio:
Next year, Argentina WON’T win the world cup

Lezione di Grammatica Inglese: Aggettivi e Pronomi dimostrativi

Gli aggettivi dimostrativi sono ‘questo/questi‘ e ‘quello/quelli’.
In inglese si usano ‘this/these‘ (questo, questi) per riferirsi a qualcosa di vicino, mentre si usano ‘that/those‘ (quello, quelli) per riferirsi a qualcosa di lontano.
Per esempio:
i want THAT car (riferendosi ad una macchina lontana da chi pronuncia la frase)
i want THIS car (se ci si trova di fronte alla macchina)

I pronomi dimostrativi invece dipendono dal senso della frase, che decide se usare some/any/no.
SOME viene usato se il senso della frase è affermativo:
per esempio: SOME people are strange
SOME viene usato nelle domande se ci si aspetta una risposta positiva:
per esempio: would you like SOME?
NO viene usato quando il verbo è positivo, ma il senso della frase è negativo:
per esempio: there is NO water here (il verbo è positivo, ma il senso della frase è negativo)
ANY viene usato invece quando il senso della frase è negativo, ed anche il verbo è negativo:
per esempio: there isn’t ANY water here (qui il verbo è negativo, ed anche il senso della frase. virtualmente non c’è nessuna differenza tra gli ultimi 2 esempi)