La traduzione dall'inglese di un articolo sul tributo di Yoko Ono a John Lennon

Continua la nostra collaborazione con la traduttrice Silvia Renghi che questa volta si occupa di un articolo di Rolling Stones che parla del commovente tributo di Yoko Ono alla figura di John Lennon.

Yoko Ono Writes Moving Tribute to John Lennon

‘The most important gift we received from him was not words, but deeds’

John Lennon’s widow Yoko Ono has written an elegant eulogy for her late husband on her blog.

.
The post, called “The Teamaker,” opens with a memory of the former Beatle teaching his wife how to make tea, and the subsequent realization that he had been doing it wrong all along. “On this day,” she writes, “the day he was assassinated for being a truth seeker and a communicator, what I remember is the night we both cracked up drinking tea.”

.
.
All of Rolling Stone’s John Lennon Coverage

.
Ono continues: “This year would have been the 70th birthday year for John if only he was here. But people are not questioning if he is here or not. They just love him and are keeping him alive with their love. I’ve received notes from all corners of the world to let me know that they were celebrating this year to thank John for having given us so much in his forty short years on earth.

.
.
.
“The most important gift we received from him was not words, but deeds. He believed in Truth, and had dared to speak up. We all knew that he upset certain powerful people with it. But that was John. He couldn’t have been in any other way. If he were here now, I think he would have shouted so we can all hear it. That truth was important. Because without knowing all the truth of what we did, we could not achieve world peace.”

.
.
.
.
Yoko Ono counts down her favorite John Lennon songs

Ono’s annual December 8 charity concert, Dream Power John Lennon Super Live, took place on Wednesday at Nippon Budokan in Tokyo. Fifteen acts performed at the show; its proceeds will fund 12 schools around the world.

Yoko Ono scrive un omaggio commovente a John Lennon

“Il dono più importante che abbiamo ricevuto da lui non sono state le parole, ma i fatti”

La vedova di John Lennon Yoko Ono ha scritto un elogio elegante per il suo povero marito sul suo
blog.

Il post, intitolato “The Teamaker” [Colui che fa il tè], si apre con un ricordo dell’ex Beatle che
insegna a sua moglie come fare il tè con la successiva constatazione di averlo fatto in modo del tutto
sbagliato. “Di quel giorno,” scrive, “il giorno in cui fu assassinato per essere un ricercatore della
verità e un comunicatore, quello che mi ricordo è la notte in cui ridevamo bevendo il tè.”

Non meno della rassegna di John Lennon del Rolling Stone Magazine.

Ono continua: “Quest’anno sarebbe stato il settantesimo compleanno per John se solo fosse qui. Ma
la gente non si interroga se è qui o no. Lo amano soltanto e lo stanno mantenendo in vita con il loro
amore. Ho ricevuto messaggi da tutti gli angoli del mondo che mi facevano sapere che quest’anno
stavano festeggiando per ringraziare John di averci dato tanto nei suoi brevi quarant’anni sulla
terra.

“Il dono più importante che abbiamo ricevuto da lui non sono state le parole, ma i fatti. Egli credeva
nella verità e aveva osato parlare. Sapevamo tutti che in questo modo aveva sconvolto certi potenti.
Ma questo era John. Non avrebbe potuto essere diverso. Se fosse qui ora, credo che griderebbe
così potremmo sentire tutti. Che la verità è importante. Perché senza conoscere tutta la verità
relativa a ciò che abbiamo fatto, non possiamo raggiungere la pace nel mondo.”

Yoko Ono seleziona le canzoni di John Lennon che preferisce.

Il concerto annuale benefico di Ono dell’8 Dicembre, Dream Power John Lennon Super Live, ha
avuto luogo mercoledì al Nippon Budokan a Tokyo. Quindici i pezzi eseguiti durante lo spettacolo;
il ricavato finanzierà 12 scuole in tutto il mondo.

La traduzione di un articolo dall'inglese sul ritorno dei Take That

Ecco la traduzione dall’inglese all’italiano di un articolo del Daily Mail che parla del ritorno in scena della celebre Band inglese dei Take That.

Robbie’s going grey, Mark’s forgotten where he parked his car… are Take That REALLY ready for their second comeback?

.
He’s just 36 years old but it seems being in the music industry for the last 20 years has started to take its toll on Robbie Williams.

The singer showed signs of grey hair as he joined his Take That bandmates for an interview at Radio 1 this afternoon following the announcement that the group will be going on tour next year.

With the top of his hair teased into a quiff-style, Robbie appeared to be attempting to hide his silvery locks as he arrived at the studios with Gary Barlow, Mark Owen, Jason Orange and Howard Donald.

And Robbie isn’t the only member to have started to show his age, as Mark admitted on Radio 1 this morning that he had forgotten where he parked his car.

.
The 38-year-old singer admitted he had spent 24 hours thinking his car had been stolen before realising he had simply parked it at a friend’s house and forgotten about it.

.
.
He said: ‘I just left it at some friend’s house. We were speaking to the friend and said we lost it – and they never said it’s on our drive!’

.
.
He and the group joined presenter Scott Mills to talk about the tour dates, which were announced at a press conference at London’s Savoy Hotel.

Robbie si sta ingrigendo, Mark ha dimenticato dove ha parcheggiato la sua auto .. i Take That sono VERAMENTE pronti per il loro secondo ritorno?

Robbie Williams ha solo 36 anni ma sembra che l’essere stato nell’industria musicale per gli ultimi 20 anni abbia cominciato a pesargli.

Il cantante ha mostrato alcuni capelli grigi in una intervista per Radio 1 assieme ai suoi compagni di gruppo Take That questo pomeriggio, a seguito dell’annuncio che il gruppo sarà in tour nel prossimo anno.

Con un provocatorio taglio a ciuffo, Robbie è sembrato quasi cercare di nascondere le sue ciocche argentate, all’arrivo negli studi con Gary Barlow, Mark Owen, Jason Orange e Howard Donald.

E Robbie non è il solo membro ad avere cominciato a mostrare i segni dell’età, dato che Mark stamattina ha ammesso su Radio 1 che aveva dimenticato dove aveva parcheggiato la sua auto.

Il cantante trentottenne ha ammesso di avere passato 24 ore pensando che la sua auto fosse stata rubata prima di ricordarsi di averla semplicemente parcheggiata a casa di un amico ed essersene dimenticato.

Ha detto: ‘L’ho lasciata a casa di un amico. Stavamo parlando a questo amico e gli abbiamo detto che l’abbiamo persa – e lui non mi aveva mai detto che era parcheggiata di fronte a casa sua’

Lui ed il gruppo hanno raggiunto il presentatore Scott Mills per parlare delle date del tour, che erano state annunciate ad una conferenza stampa all’Hotel Savoy di Londra.

La traduzione di un articolo sulle nevicate in Gran Bretagna

Abbiamo già tradotto un articolo che parlava delle conseguenze delle abbondanti nevicate di novembre in Gran Bretagna, ora ne traduciamo uno di Channel4 che ne prevede anche di peggiori nelle settimane di dicembre.

UK snow: it’s going to get worse

The week-long early snowfalls and freezing temperatures – the earliest since 1993 – are set to worsen over the next few days.

The Met Office has severe weather warnings in place for Scotland, the eastern areas of Northern Ireland, the east coast of England down through the North East, Yorkshire and Humber, the East Midlands and Cornwall.

The forecasters now predict the bitter winds will increase and the snow will spread to more areas including London and the South East.

Scotland and the North East have, so far, been worst hit by snow, with more than 40cm falling in some areas. All schools in Dundee, West Lothian and Shetland were closed this morning. Some 200 schools are closed in Tyne and Wear, Northumberland and County Durham.

Overnight blizzard conditions and jack-knifed lorries forced the closure of the A9 between Dunblane and Perth – one of the busiest roads in Scotland. The road remains closed with some motorists trapped in their cars. A spokesman for Central Scotland Police warned of dangerous conditions on the roads throughout the rest of the force area saying: “Conditions are horrendous and we would urge caution.”

Further south, the M62 between junction 34 and junction 38 in West Yorkshire was described by authorities as “hazardous”, while one of the main routes into the centre of Sheffield – the Parkway – was said to be “treacherous”.

One lane of the eastbound M4 at the Severn Crossing was closed for a while as a precaution after ice started to form on the bridge.

Neve in Gran Bretagna: andrà ancora peggio

Nei prossimi giorni le nevicate anticipate, durate una settimana e le temperature ghiacciate peggioreranno.

L’ufficio delle previsioni ha lanciato l’allarme meteo per la Scozia, le aree est dell’Irlanda del nord, la costa est dell’Inghilterra fino al nord est, lo Yorkshire e Humber, le East Midlands e la Cornovaglia.

Sono previsti venti più ghiacciati e la neve cadrà in aree più grandi, includendo Londra ed il Sud Est.

La Scozia ed il nord est sono finora stati colpiti in maniera peggiore, con più di 40 cm che sono caduti in alcune aree. Stamattina sono state chiuse tutte le scuole a Dundee, West Lothian e Shetland. Circa 200 scuole sono chiuse a Tyne and Wear, Northumberland e County Durham.

.
Bufere notturne e camion rimorchi bloccati hanno forzato la chiusura della strada A9 tra Dunblane e Perth – una delle strade più percorse della Scozoa. La strada rimane chiusa con alcuni automobilisti bloccati nelle loro macchine. Un portavoce della Polizia Centrale Scozzese ha avvertito che le condizioni delle strade sono “orrende” ed ha invitato ad usare cautela.

.
Più a sud, la autostrada M62 tra l’uscita 34 e la 38 in West Yorkshire è stata descritta dalle autorità come “rischiosa”, mentre una delle principali strade del centro di Sheffield – Parway – è stata definita “pericolosa”.

Una corsia della autostrada M4 che va verso est è stata chiusa per precauzione al ponte sul fiume Severn, dopo che ghiaccio aveva cominciato a formarsi sul ponte.

La traduzione di un articolo dall'inglese su Wikileaks e Julian Assange

Ecco la traduzione di un articolo del Daily Mail che parla di Wikileaks e del suo fondatore Julian Assange. Con questo post comincia la nostra collaborazione con la traduttrice Silvia Renghi, che ha appunto tradotto l’articolo, ed alla quale diamo un benvenuto.
Buona lettura!

WikiLeaks boss Julian Assange could spend a year in Britain fighting extradition

.
WikiLeaks founder Julian Assange could spend at least a year in Britain battling against extradition.

.
The 39-year-old Australian remains behind bars tonight after Swedish prosecutors demanded he be handed over for allegedly sexually assaulting two women.

His legal team, led by leading human rights lawyer Geoffrey Robertson and backed by celebrity supporters, will make another application for bail when he appears in court next Tuesday.

But the fight may last many months in the British courts and eventually end up before the European Court of Human Rights.

His lawyer Mark Stephens – who has dismissed the extradition bid as politically motivated – had a brief three minute telephone call yesterday to Wandsworth prison, where Mr Assange is being held.

.
He said: ‘He was very upbeat, boosted by the massive support he is receiving and the fact that people are beginning to realise that the honeytrap has been sprung.’

.
‘He is being treated perfectly properly and he very much wants to face down these allegations.’

Mr Assange was refused bail after his arrest, with Swedish authorities arguing that he was likely to fail to answer to conditions imposed to ensure he did not abscond.

But Mr Stephens said: ‘He knew the arrest warrant was coming and he didn’t run away and when it arrived he handed himself into police with nine hours notice.

He is not a man who is running away.

‘He is a man of enormous fortitude who is going to see this out.’

He is wanted in Sweden to answer four charges of sexual assault, which his supporters say are part of a plot against Mr Assange, who has angered the U.S. by publishing huge numbers of secret diplomatic cables.

.
The lawyer for the two Swedish women making the sex crime allegations insisted they are not involved in any politically motivated attack.

.
Speaking in Stockholm, Claes Borgstrom said: ‘It has nothing to with WikiLeaks or the CIA’, adding that it was ‘More than 50/50’ that Sweden would eventually press charges on Mr Assange.

The WikiLeaks founder defended the internet publishing of the U.S. documents, saying it was crucial to spreading democracy and likening himself to a global media magnate in the quest to public the truth.

.
Under an article in an Australian newspaper today headlined ‘Don’t shoot the messenger for revealing uncomfortable truths,’ Mr Assange said WikiLeaks deserves protection, not threats and attacks.

He received backing from Australia’s foreign minister Kevin Rudd, himself described as a mistake-prone control freak in one of the leaked U.S. cables.

.
.
Mr Rudd said : ‘Mr Assange is not himself responsible for the unauthorised release of 250,000 documents from the U.S. diplomatic communications network.

.
‘The Americans are responsible for that.

‘I think there are real questions to be asked about the adequacy of their security systems and the level of access that people have had to that material over a long period of time.’

Mr Assange’s estranged son Daniel, 20, a Melbourne-based software developer, pleaded for his father to be treated ‘fairly and apolitically,’ adding: ‘I’m hoping this isn’t just an intermediary step towards his extradition to the U.S..’

Il padrone di WikiLeaks Julian Assange potrebbe trascorrere un anno in Inghilterra lottando contro l’estradizione

Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange potrebbe trascorrere almeno un anno in Gran Bretagna, combattendo contro l’estradizione.

Il 39enne australiano rimane dietro le sbarre stasera dopo che i procuratori svedesi hanno chiesto che si consegnasse per le presunte molestie sessuali a due donne.

Il suo team legale, guidato dal leader dei diritti umani l’avvocato Geoffrey Robertson e spalleggiato da celebri sostenitori, presenterà un’altra istanza per la cauzione quando apparirà in tribunale martedì prossimo.

Ma la lotta può durare molti mesi nei tribunali britannici per poi finire dinanzi alla Corte Europea per i diritti umani.

Il suo avvocato Mark Stephens – che ha respinto l’estradizione come politicamente motivata – ha potuto fare ieri una telefonata breve di tre minuti con il carcere di Wandsworth, dove è detenuto il Signor Assange.

Ha detto: «Era molto ottimista, incoraggiato dal massiccio appoggio che sta ricevendo e dal fatto che la gente sta cominciando a rendersi conto che la trappola è stata sventata.»

«E’ stato trattato in modo perfettamente corretto e vuole davvero affrontare queste accuse».

Al Signor Assange è stata rifiutata la cauzione dopo il suo arresto, perchè le autorità svedesi ritenevano probabile che non riuscisse a rispettare le condizioni imposte per garantire di non tentare la fuga.

Ma il Signor Stephens ha detto: «Sapeva che stava arrivando il mandato d’arresto e non è scappato e quando è arrivato si è consegnato alla polizia con nove ore di preavviso.

‘Non è un uomo che sta fuggendo.

‘E’ un uomo dall’enorme forza d’animo che sta resistendo’.

In Svezia volevano che rispondesse a quattro accuse di violenza sessuale, che i suoi sostenitori dicono essere parte di un complotto contro il signor Assange, per aver adirato gli USA pubblicando un numero enorme di informazioni diplomatiche segrete.

L’avvocato delle due donne svedesi che lo accusano di reato sessuale ha insistito dicendo che non sono coinvolte in nessun attacco politicamente motivato.

Parlando a Stoccolma Claes Borgstrom ha detto: ‘Ciò non ha nulla a che fare con WikiLeaks o la CIA’, aggiungendo che è più della metà che la Svezia vorrebbe infine richiedere come oneri per il Signor Assange.

Il fondatore di WikiLeaks ha difeso la pubblicazione su internet dei documenti americani dicendo che era fondamentale per diffondere la democrazia e atteggiandosi a magnate dei media globali nella ricerca della verità per il pubblico.

In un articolo su un giornale australiano oggi intitolato «Ambasciator non porta pena» il Signor Assange ha detto che WikiLeaks merita protezione, non minacce e attacchi.

Ha ricevuto il sostegno dal ministro degli affari esteri australiano Kevin Rudd, egli stesso descritto come un dominatore soggetto all’errore in una delle informazioni americane trapelate.

Il Signor Rudd ha detto: ‘Il Signor Assange non è il responsabile della divulgazione non autorizzata di 250.000 documenti dalla rete di comunicazione diplomatica americana’.

‘Gli americani sono responsabili di ciò.

“Penso che ci siano questioni reali che richiedono l’adeguatezza dei loro sistemi di sicurezza e del livello di accesso che le persone hanno avuto al materiale per un lungo periodo di tempo.”

Il Signor Assange ha dichiarato estraneo il figlio Daniel, 20 anni, uno sviluppatore di software di Melbourne, che ha chiesto che suo padre sia trattato ‘onestamente e apoliticamente,’ aggiungendo: “Spero che questo non sia solo un passaggio intermedio verso la sua estradizione negli Stati Uniti..”

La traduzione di un articolo dall 'inglese: la difficile situazione al Chelsea di Ancelotti

Ecco la traduzione di un articolo di This is London che parla di come Carlo Ancelotti, allenatore del Chelsea, stia vivendo la difficile situazione all’interno della squadra inglese.

Carlo Ancelotti is refusing to lose his cool

For a man who is supposedly unhappy with his lot at Stamford Bridge, Chelsea coach Carlo Ancelotti chose to smile in the face of adversity ahead of tonight’s Champions League match against MSK Zilina.

His performance at yesterday’s pre-match press conference may be perceived by the cynics as the Italian just trying to put on a brave face in front of the cameras but his relaxed nature also betrayed an inner confidence that the club’s fortunes will turn around.

.
While the nature of assistant coach Ray Wilkins’s departure two weeks ago undoubtedly unsettled him and some senior players, it is the team’s results on the pitch which have given everyone most cause for concern.

Yet the former AC Milan coach does not have to look back very far in his Chelsea career to the last time he was subjected to such scrutiny and still came out on top.

.
.
Eight months ago, speculation over Ancelotti’s future was intense following the club’s defeat by Inter Milan in the last-16 stage of the Champions League and then they dropped two points at Blackburn in the Premier League.

Talk of crisis meetings and owner Roman Abramovich becoming increasingly restless were prevalent. However, a 5-0 rout of Portsmouth at Fratton Park followed, all was forgotten and two months later Chelsea were celebrating winning the Double’ for the first time in their history.

.
.
.
Injuries to key members of the squad have made achieving similar feats this season a lot harder and a lack of confidence is clearly eating away at the players. Abramovich’s tendency to ignore the English expression if it ain’t broke, don’t fix it’ is also a hindrance, not a help.

.
.
.
However, this is why the timing of a match against Slovakian minnows MSK Zilina could not be better.

A few weeks ago it seemed it would be just a glorified exhibition match after Chelsea secured qualification to the knockout phase of the Champions League with two games to spare.

But it has taken on great significance, and not just because Ancelotti’s side still need a point to cement first place in the group.

Carlo Ancelotti si rifiuta di perdere la calma

Carlo Ancelotti ha deciso di sorridere di fronte alle difficoltà della partita di Champions League contro il MSK Zilina, nonostante egli non possa essere considerato felice per i risultati della sua squadra.

La sua performance alla conferenza stampa di ieri in vista del match potrebbe essere percepita dai cinici come l’assumere un atteggiamento coraggioso di fronte alle telecamere ma la sua natura rilassata ha anche tradito una sicurezza interiore che le sorti della squadra cambieranno.

Mentre il modo in cui è stato rimosso il suo assistente Ray Wilkins lo ha sicuramente lasciato, a disagio assieme ad alcuni dei giocatori più esprerti, sono i risultati della squadra in campo che hanno preoccupato tutti di più.

Tuttavia l’ex allenatore del Milan non deve guardare indietro troppo nel passato della sua carriera al Chelsea per trovare l’ultima volta a cui è stato sottoposto ad un esame del genere, da cui è uscito ancora in testa.

8 mesi fa, ci furono intense speculazioni sul futuro di Ancelotti dopo la sconfitta contro l’Inter nei sedicesimi della Champions League e dopo avere lasciato due punti al Blackburn nel campionato inglese.

Voci di incontri per risolvere la crisi e del padrone Roman Abramovich che diventava sempre più inquieto erano diffuse. Ciònonostante è seguita una disfatta per 5-0 del Portsmouth a Fratton Park e tutto fu dimenticato e due mesi dopo il Chelsea stava celebrando la vittoria del campionato e della coppa insieme per la prima volta nella sua storia.

Infortuni di alcuni elementi chiave della squadra hanno reso il raggiungimento di simili imprese molto più difficile in questa stagione e la mancanza di sicurezza sta consumando i giocatori.
La tendenza di Abramovich ad ignorare il proverbio inglese ‘se non è rotto non aggiustarlo’ è un ulteriore ostacolo, no certo un aiuto..

Tuttavia, proprio per questo la partita contro il MSK Zilina potrebbe arrivare al momento migliore.

Solo due settimane fa sembrava poter essere nulla più che una partita di esibizione dopo che il Chelsea si era qualificato alla fase ad eliminazione diretta della Champions League con due partite di anticipo.

Ma la partita è ora presa in grande considerazione, e non solo perchè la squadra di Ancelotti ha bisogno di un punto per fortificare il primo posto nel girone.

La traduzione di un articolo dall'inglese sul ritorno dei Take That

Ecco la traduzione dall’inglese all’italiano di un articolo del Daily Mail che parla del ritorno in scena della celebre Band inglese dei Take That.

Robbie’s going grey, Mark’s forgotten where he parked his car… are Take That REALLY ready for their second comeback?

.
He’s just 36 years old but it seems being in the music industry for the last 20 years has started to take its toll on Robbie Williams.

The singer showed signs of grey hair as he joined his Take That bandmates for an interview at Radio 1 this afternoon following the announcement that the group will be going on tour next year.

With the top of his hair teased into a quiff-style, Robbie appeared to be attempting to hide his silvery locks as he arrived at the studios with Gary Barlow, Mark Owen, Jason Orange and Howard Donald.

And Robbie isn’t the only member to have started to show his age, as Mark admitted on Radio 1 this morning that he had forgotten where he parked his car.

.
The 38-year-old singer admitted he had spent 24 hours thinking his car had been stolen before realising he had simply parked it at a friend’s house and forgotten about it.

.
.
He said: ‘I just left it at some friend’s house. We were speaking to the friend and said we lost it – and they never said it’s on our drive!’

.
.
He and the group joined presenter Scott Mills to talk about the tour dates, which were announced at a press conference at London’s Savoy Hotel.

Robbie si sta ingrigendo, Mark ha dimenticato dove ha parcheggiato la sua auto .. i Take That sono VERAMENTE pronti per il loro secondo ritorno?

Robbie Williams ha solo 36 anni ma sembra che l’essere stato nell’industria musicale per gli ultimi 20 anni abbia cominciato a pesargli.

Il cantante ha mostrato alcuni capelli grigi in una intervista per Radio 1 assieme ai suoi compagni di gruppo Take That questo pomeriggio, a seguito dell’annuncio che il gruppo sarà in tour nel prossimo anno.

Con un provocatorio taglio a ciuffo, Robbie è sembrato quasi cercare di nascondere le sue ciocche argentate, all’arrivo negli studi con Gary Barlow, Mark Owen, Jason Orange e Howard Donald.

E Robbie non è il solo membro ad avere cominciato a mostrare i segni dell’età, dato che Mark stamattina ha ammesso su Radio 1 che aveva dimenticato dove aveva parcheggiato la sua auto.

Il cantante trentottenne ha ammesso di avere passato 24 ore pensando che la sua auto fosse stata rubata prima di ricordarsi di averla semplicemente parcheggiata a casa di un amico ed essersene dimenticato.

Ha detto: ‘L’ho lasciata a casa di un amico. Stavamo parlando a questo amico e gli abbiamo detto che l’abbiamo persa – e lui non mi aveva mai detto che era parcheggiata di fronte a casa sua’

Lui ed il gruppo hanno raggiunto il presentatore Scott Mills per parlare delle date del tour, che erano state annunciate ad una conferenza stampa all’Hotel Savoy di Londra.

La traduzione di un articolo sulle nevicate in Gran Bretagna

Gli abitanti della Gran Bretagna hanno un particolare rapporto di amore-odio con la neve. Ecco la traduzionedi un articolo del Daily Mail che parla delle prime nevicate di questo inverno.

The big freeze begins with most widespread November snowfall in 17 years… and there’s more to come

# London facing two inches of snow on Saturday
# Met Office issues severe warnings until the weekend
# Commuters told to prepare for chaos on roads and rail

.
Britain awoke to the most widespread November snowfall seen for 17 years this morning.

Parts of Scotland, the north of England and areas down the east coast were worst hit, with up to four inches of snow falling.

Major roads ground to a halt as motorists struggled with the icy conditions. By 9am the AA had received 3,000 calls from stranded drivers.

.
.
Forecasters say today’s snow is the tip of the iceberg and have warned that a 10-day freeze is on the way.

Even London could see a couple of inches of snow at the weekend, they predict, with daytime temperatures rising just a few degrees above freezing.

A Met Office spokesman said: ‘Snow showers have been falling all night across north-east Scotland, and down the east of England. There have also been some snow showers affecting Northern Ireland and parts of north Wales.’

AA Spokesman Gavin Hill-Smith said: ‘We are expecting another busy day and a particularly hazardous commute for people this evening.

‘People should try and stick to the main routes where possible and, when they can, avoid the more rural roads where black ice can be particularly treacherous.’

Last year’s record-breaking freeze began a week before Christmas, with snow and ice remaining in some northern areas for a month.

.
Astonishingly, it seems that some local authorities have failed to learn the lessons of last winter’s long-running freeze, when a number were criticised for running out of salt and grit.

.
Many councils are still waiting for deliveries of thousands of tons of salt and some are so worried they have set up arrangements with neighbouring authorities to help out.

Il grande ghiaccio comuncia con la nevicata più ampia degli ultimi 17 anni .. e ne arriverà ancora

# Londra sabato affronterà 5 cm di neve
# l’ufficio delle previsioni del meteo ha messo seriamente all’allerta fino al fine settimana
# ai pendolari è stato detto di prepararsi per il caos su strade e ferrovie

Stamattina la Gran Bretagna si è alzata con la nevicata più ampia degli ultimi 17 anni.

Parti della Scozia, del Nord dell’Inghilterra e aree della costa ad est sono state colpite più pesantemente anche con 10 cm di neve.

Le strade principali sono rimaste bloccate mentre gli automobilisti combattevano con le condizioni ghiacciate. Per le 9 del mattino ci sono state 3000 chiamate di emergenza da automobilisti bloccati.

Le previsioni dicono che la neve di oggi è solo l’inizio e che una ghiacciata di 10 giorni sta per arrivare.

Anche Londra potrebbe avere fino a 5cm di neve durante il fine settimana, con temperature durante il giorno di poco superiori allo zero.

Un portavoce dell’ufficio meterologico ha detto: ‘E nevicato per tutta la notte nel nord est della Scozia e nell’est dell’Inghilterra. E nevicato anche in Irlanda del nord e nel nord del Galles.

Il portavoce del soccorso stradale Gavin Hill-Smith ha detto: ‘Ci aspettiamo un’altra giornata impegnativa ed un viaggio particolarmente rischioso questa sera per i pendolari.

‘La gente dovrebbe cercare di restare nelle strade principale e se possibile evitare le strade di campagna dove il ghiaccio misto a fango può essere particolarmente pericoloso’.

La ghiacciata da record dell’anno scorso è cominciata una settimana prima di Natale, con la neve che è rimasto in alcune aree del nord per oltre un mese.

Incredibilmente, sembra che alcune amministrazioni locali non abbiano imparato la lezione della lunga ghiacciata dell’anno scorso, quando alcune di esse furono criticate per avere terminato le scorte di sale e ghiaia.

Molte amministrazioni stanno ancora aspettando le consegne di tonnellate di sale ed alcune sono così preoccupate che hanno stabilito accordi di mutuo soccorso con le loro amministrazioni confinanti.

La traduzione di un articolo su una gara di mongolfiere

Traduciamo dall’inglese un articolo della BBC che parla di una gara di mongolfiere e di come gli equipaggi britannici siano ancora in corsa.

British gas balloonists still in Gordon Bennett race

Five gas balloons taking part in an international race have been forced to land, but the three British teams are still in the air.

.
.
Twenty teams launched their balloons near Bristol late on Saturday. They are aiming to travel the furthest.

.
.
On Monday morning the majority of the hydrogen-filled balloons were over France and Spain.

By 0813 BST Wiltshire adventurer David Hempleman-Adams had travelled more than 810 km (503 miles).

Leading the pack, over the Mediterranean Sea, were the French balloonists Sebastien Rolland and Vincent Leys.

‘Difficult decisions’

The all-woman British team, Janet Folkes and Ann Rich, had travelled more than 1013km (629 miles) while another British team, Colin Butter and Paul Spellward, had travelled 880km (546 miles).

Balloons from Finland, Japan and Switzerland were the first to land.

.
The Swiss balloon came down in the Pyrenees and the other two landed on the east coast of France, just south of Bordeaux.

Race director Clive Bailey said “some pretty difficult decisions” would need to be made later.

.
“The biggest problem is we’re not allowed to fly over Sardinia or Italy at night,” he said.

.
.
This means they have to time their arrival in the area just right.

He added: “There was concern for the Swiss balloon because the tracker showed that it had landed in the dark in the mountains, but we have had confirmation that all is safe.”

.
Writing on his blog at 0613 BST, Mr Hempleman-Adams said: “We’re now over Bordeaux. It’s been an eventful night.

.
“As we came in over the coast the balloon descended to 1,000ft which was expected due to the difference in temperature between the land and the sea. We both flew the balloon for a while being at such a low level.

“We’ve got some critical decisions to make today.”

I piloti di mongolfiera ancora in corsa nella gara Gordon Bennett

5 mongolfiere che prendevano parte ad una gara internazionale sono state obbligate ad atterrare, ma le 3 squadre britanniche sono ancora in volo.

20 squadre hanno fatto decollare le loro mongolfiere vicino a Bristol sabato a tarda ora. Stanno cercando di viaggiare il più distante possibile.

Lunedì la maggior parte delle mongolfiere riempite di idrogeno si trovavano a volare sulla Francia e sulla Spagna.

ALle 8 e 13 l’avventuriero del Wiltshire, David Hempleman-Adams , aveva viaggiato più di 810 km.

A guidare il gruppo, sul mare mediterraneo, erano i piloti francesi Sebastien Rolland e Vincent Leys.

‘Decisioni difficili’

La squdra britannica interamente femminile formata da Janet Folkes e Ann Rich aveva viaggiato per più di 1013 km mentre un altra squadra britannica formata da Colin Butter e Paul Spellward aveva viaggiato per 880km.

Le mongolfiere dalla Finlandia, dal Giappone e dalla Svizzera sono state le prime ad atterrare.

La mongolfiera svizera è scesa nei Pirenei e le altre due sono atterrate sulla costa est della Francia, a sud di Bordeaux.

Il direttore di gara Clive Bailey ha detto che ci saranno da prendere “alcune difficili decisioni”.

“Il problema più grande è che non abbiamo il permesso di viaggiare sulla Sardegna o l’Italia durante la notte”, ha detto.

Questo significa che devono calcolare l’ora di arrivo nell’area in maniera perfetta.

Ha aggiunto: “C’era preoccupazione per la mongolfiera svizzera perchè il suo tracciatore aveva indicato un atterraggio al buio nelle montagne, ma abbiamo avito conferma che sono al sicuro”

Scrivendo sul suo blog alle 6 e 13 inglesi, il signor Hempleman-Adams dice: “Stiamo sorvolando Bordeaux. E’ stata una notte piena di eventi”

“Quando abbiamo raggiunto la costa la mongolfiera è discesa a 300 metri, e c’era da aspettarselo a causa della differenza di temperatura tra terra e mare. Abbiamo guidato la mongolfiera per un pò entrambi a quella altitudine.

“Oggi dobbiamo prendere alcune decisioni critiche”

La traduzione di un articolo dall'inglese che parla dell'esaurimento delle risorse naturali sulla terra

Pubblichiamo la traduzione dall’inglese di un articolo di Metro che descrive come le risorse naturali della terra si stiano esaurendo.

We will need ‘2 Earths’ to sustain our lifestyle

Human demands on natural resources are so great we need one-and-a-half Earths to sustain our gorging lifestyles.
Our take up of food, land, natural minerals and animals has doubled in under 50 years, says new research.

.
Britain came 31st in a list of countries based on their ‘ecological footprint’ – the amount of land and sea each person needs to provide the food, clothes and other products they consume.

The country has ‘improved’ from having the 15th biggest footprint two years ago – but this is down to an increase in other countries’ impact rather than a reduction in Britain.

.
Wildlife in tropical countries is also under huge pressure, with populations of species falling by 60 per cent in three decades, the report by WWF, the Zoological Society of London and the Global Footprint Network said.

.
If humanity carries on as it is in use of resources, globally it will need the capacity of two Earths by 2030, the report said.

.
.
‘The depletion of natural resources caused by human consumption also poses risks to our economic security: for instance, scarcity of resources and degraded natural systems will increase the price of food, raw materials and other commodities,’ said WWF-UK chief executive David Nussbaum.

The steepest declines in wildlife are in low-income countries.

.
.
The biggest ecological footprint is made by rich countries – on average five times that found in developing nations – suggesting wealthier countries rely on depleting resources in poorer parts of the world.

Avremo bisogno di ‘due Terre’ per sostenere il nostro stile di vita

La richiesta di risorse naturali da parte dell’uomo è così grande che abbiamo bisogno di una Terra e mezzo per sostenere i nostri stili di vita.
Una nuova ricerca dice che il consumo di cibo, terra, minerali naturali ed aninali è raddoppiato in 50 anni.

La Gran Bretagna è 31esima nella classifica dei paesi con ‘impronta ecologica’ – la quantità di terra e mare di cui ogni persona ha bisogno per cibo, vestiti ed altri prodotti che consuma.

Il paese è ‘migliorato’ da due anni fa quando aveva la 15esima impronta – ma questo è dovuto ad un incremento nei consumi di altri paesi piuttosto che una riduzione in Gran Bretagna.

Un rapporto del WWF, del Zoological Society of London e del Global Footprint Network dice che gli animali selvatici e laflora dei paesi tropicali sono sotto grande pressione, con le popolazioni di alcune specie diminuite del 60 per cento in 30 anni.

Il rapporto dice che se l’umanità continua a consumare risorse in questo modo, globalmente avrà bisogno della capacità di 2 Terre entro il 2030.

‘L’esaurimento delle risorse naturali causate dal consumo umano mette anche a rischio la nostra sicurezza economica: per esempio, la scarsità di risorse ed i sitemi naturali degradati faranno aumentare il prezzo del cibo, delle materie grezze e di altri beni’ ha detto il capo del WWF britannico, David Nussbaum.

Il declino più grande per gli animali selvatici e la flora si registra nei paesi dai redditi bassi.

La più grande impronta ecologica è data dai paesi ricchi – in media 5 volte quella dei paesi in via di sviluppo – il che suggerisce che i paesi più ricchi stanno dando fondo alle risorse delle parti più povere del mondo.

La traduzione di un articolo sulla cura per l'emicrania

Ecco la traduzione dall’inglese di un articolo del Telegraph che descrive le nuove scoperte scientifiche che riguardano il mal di testa e come combatterlo.

Scientists discover how to ‘switch off’ pain of migraines
Migraine sufferers could have their headaches switched off after researchers discoved a gene that acts like a pain thermostat in the brain.

.
The “once in a generation” finding could allow scientists to create a new generation of drugs that can simply turn down up the theshold at which the body fells pain.

.
The international study, including scientists at Oxford University, found that a gene called TRESK appears to be fundamental in causing migraines.

.
It is believed that it controls the sensitivity of pain nerves in the brain and if faulty can bring the threshold so low that just living is painful.

.
.
This is why migraine sufferers are so sensitive to light, sounds and even touch.

But the gene is also susceptible to being switched on and off with drugs which means that it could be altered to increase the threshold to such an extent it eliminates the feeling of pain altogether.

“We are really excited about this,” said Dr Zameel Cader, a consultant neurologist at the Medical Research Council Functional Genomics Unit at the University of Oxford.

“It is a once in a generation find that could one day lead to treatments that could prevent migraines. Potentially it is even more exciting than that.

.
“It could potentially lead to a treatment for pain in general. That could impact everybody.”

Around 18 per cent of women and eight per cent of men in Britain suffer from migraines which can last up to three days.

Gli scienziati scoprono come ‘spegnere’ il dolore dell’emicrania
Chi soffre di emicrania potrebbe avere il suo mal di testo spento dopo la scoperta da parte dei ricercatori di un gene che agisce come un termostato del dolore nel cervello.

La scoperta ‘unica in una generazione’ potrebbe permettere agli scienziati di creare una nuova generazione di medicine che semplicemente modifica la soglia alla quale il corpo sente il dolore.

Lo studio internazionale, che include scienziati della UNiversità di Oxford, ha scoperto che un gene chiamato TRESK appare come fondamentale nel causare l’emicrania.

Si crede che esso possa controllare la sensibilità dei nervi del dolore nel cervello e che se non funzionante possa portare la soglia così in basso da rendere doloroso anche il semplice vivere.

Questo è perchè chi soffre di emicrania è così sensibile alla luce, al suono ed anche al tocco.

Ma è possibile anche spegnere ed accendere il gene tramite medicine, il che significa che potrebbe essere modificato per aumentare la soglia in modo da eliminare totalmente il dolore.

“Siamo veramente eccitati al riguardo” ha detto il dottor Zameel Cader, un consulente neurologo del Medical Research Council Functional Genomics dell’Università di Oxford.

“E’ una scoperta che avviene una volta in una generazione che potrebbe un giorno portare a cure che potrebbero prevenire l’emicrania. POtenzialmente è anche più eccitante.

“Potrebbe potenzialmente portare ad una cura per il dolore in generale. Potrebbe avere un impatto su tutti quanti”

Circa il 18 per cento delle donne e l’8 per cento degli uomini in Gran Bretagna soffrono di emicrania che può anche durare fino a 3 giorni.